Valutare Me Stessa/o

Valutare Me Stessa/o

Effettuare una valutazione è come cucinare!

Leggi la descrizione della situazione e segui le indicazioni sotto riportate.

Situazione numero 1:
 “Immagina che i tuoi amici vengano a cena da te. Vorresti preparare qualcosa di molto saporito che renda speciale la serata. Crei un menu di quattro portate: cominci servendo una zuppa di verdure, poi una pasta con il Gorgonzola e successivamente la portata principale – pollo al curry con riso e carote. Per dessert li vorresti sorprendere con un delizioso tiramisù fatto in casa. Il tutto accompagnato da del buon vino rosso. Vai a fare la spesa la mattina stessa della cena e compri tutti gli ingredienti e, quando arrivi a casa, cominci a cucinare. Complessivamente la serata è un successo, gli ospiti sono bene intrattenuti, l’atmosfera è molto piacevole e tutti apprezzano quello che hai preparato.

Tuttavia, a posteriori, realizzi che avresti potuto fare meglio alcune cose. Dopo la pasta molti degli ospiti erano già sazi e non si aspettavano il pollo al curry e il tiramisù. Probabilmente la zuppa e la pasta prima della portata principale sono state troppo? Una dei tuoi ospiti è vegetariana, perciò per lei la portata principale è stata rappresentata solo dal riso con le carote.  Decidi che prima di invitare i tuoi amici di nuovo, proverai a capire se seguono delle diete particolari. È anche emerso che uno dei tuoi amici non beve alcool, perciò ha potuto bere solo acqua. Per la prossima cena, ti assicurerai di comprare delle bevande analcoliche per offrire una piacevole alternativa.

Alla luce di questa analisi, realizzi che la prossima cena avrà ancora maggiore successo. Potrebbero esserci stati anche altri problemi che valuterai e considererai quando organizzerai la prossima cena. Questo incontro è stato “valutato” da parte tua in modo naturale: non organizzerò mai più una cena? Assolutamente no! … e senza scrivere un rapporto su quanto accaduto.

Situazione numero 2:

“Tu e la tua amica amate molto cucinare. Lei ha in mente di aprire un ristorante insieme a te. Non immediatamente, ma entro i prossimi due anni. Vorresti fare qualche tentativo per un po’. Decidi di offrire un servizio che consiste nell’organizzare “cene personalizzate” per gruppi composti da 6 fino a a12 persone, due volte alla settimana: Giovedì e Domenica. In questo modo ti eserciterai a cucinare, sperimentando vari menu che potrebbero essere serviti nel futuro ristorante e capendo come fare per coordinarvi voi due e se l’attività potrebbe essere realmente redditizia per voi. Nella casa della tua amica c’è una cucina ben attrezzata e un posto dove ricevere gli ospiti. Ed eccoti qua! Da cosa cominci? Pianifichi un programma di valutazione! Effettivamente, vuoi “fare un tentativo” e vedere quali risultati questo esperimento porterà. Pertanto discuti molto di vari argomenti.

Cosa vuoi valutare?

Qualità del cibo

Soddisfazione del cliente

Varietà delle pietanze

Prezzo e costi del servizio offerto

Bevande selezionate

Atmosfera del posto

La vostra cooperazione

Come riuscirai a valutare tutti questi aspetti? Come farai a sapere se i tuoi clienti hanno gradito il cibo? Dalla mancia che lasceranno? Fornirai loro dei questionari? Controllerai se le persone torneranno a trovarti? Cosa determinerà una piacevole atmosfera? Se tutti si metteranno a ridere di gusto? I costi e le entrate verranno contate tutte le sere, o forse faresti meglio ad adottare un approccio più a lungo termine?

Queste osservazioni portano ad altre domande:

Cosa intendete tu e la tua amica per buon cibo? Quali sono i vostri criteri?

Che genere di atmosfera vorreste creare?

In termini di costi e di entrate, come ritenete un profitto appena sufficiente o soddisfacente?

Come saprete se i clienti risponderanno onestamente quando chiedete loro la loro opinione?

Sei soddisfatta/o?

Adesso rispondi alle seguenti domande:

  1. Quale metodo di valutazione ritieni sia più utile in futuro?
  2. Quando è possibile capire quali fattori cambiare per fare meglio in futuro?

Adesso pensa a quali fattori potrebbero essere valutati nell’ambito della mobilità?

Trovi di seguito riportata una lista dei fattori che potresti valutare durante e al termine del programma di mobilità effettuando la valutazione su una scala da 0 a 5, dove “0” significa “totale mancanza di qualcosa/il valore più basso possibile” e “5”  significa “il valore più alto possibile”.

Puoi valutare, ad esempio:

– l’atmosfera

– l’utilità della mobilità per il tuo futuro professionale

– la tua preparazione per la mobilità

– la tua motivazione a partecipare ancora a mobilità simili

– i materiali che hai ricevuto

– il grado di partecipazione dei responsabili dell’organizzazione dell’esperienza

https://pixabay.com/pl/photos/po-to-notatki-karteczki-uwaga-1284667/?fbclid=IwAR1hySwic-_ldlwP7CRgVgN5tjnfpQvQJtZMkIP8SAFbm_O1EMyw8SnvtiY